IT | EN
Contattaci allo 02 84268750 o via mail a info@kinloch.it

Collezioni

SS18- Marrakech

È la metropoli berbera, concentrato di charme, tradizioni e cultura, a colorare la primavera estate 2018 di Kinloch, tra gli scorci più segreti di suq, oasi e caldi deserti.

Nel dedalo di vie strette e polverose tra le alte pareti di sabbia e mattoni che svettano come le rocce tra i crepacci nel deserto, si incrociano visi segnati dal sole e dal tempo. Entrando nell’ombra delle stanze, al riparo dalla violenza del caldo nordafricano, tra tappetti e vecchi mobili coloniali, le foglie di menta galleggiano nel fumo del the, in coloratissimi bicchieri di vetro.

Fuori intanto, nella grande piazza, la folla brulica tra incantatori di serpenti e venditori di spezie, le voci si moltiplicano.

Tra le tende del suq, riflessi argentei, come lampi si accendono, dalle chincaglierie.

Il sole inizia a calare, e nell’aria rarefatta e rosata si spande la nenia del muezzin.

Lontano, alle porte della città, carovane blu di berberi si avviano verso luoghi remoti. Le case e le palme si diradano, il vociare svanisce, gli spazi si aprono maestosi, il sole lascia il suo posto alla luna, la città al deserto.

La città rossa coi suoi coloratissimi suq, dove le culture d’impronta araba, berbera e sub sahariana, si fondono in un brulicare continuo di voci e colori senza tempo è la fonte di ispirazione della nuova collezione.

 

Viaggi

Collezioni che si costruiscono come autentici viaggi fantastici nell’immaginario, tutt’altro che cartolinesco, di mete leggendarie, mentale o reale che sia.

Dalla Sicilia a Venezia, fino a Londra e Cuba: se il punto di partenza è sempre la “solida” Milano, le destinazioni dei voli immaginari di Kinloch sono culture diverse e un po’ magiche, dove gli scorci più segreti e gli incontri più inaspettati sanno svelare il già noto da una prospettiva inedita.

Viaggi intrapresi anch’essi con leggerezza, quella dell’animo e della mente, e dai quali è lecito aspettarsi (quasi) di tutto.